Sovranità monetaria

Questo consentirebbe altresì di dare il via a grandi opere pubbliche, necessarie all’adeguamento funzionale del territorio, al riequilibrio ambientale e anche all’assorbimento della disoccupazione. L’instaurazione della proprietà popolare della moneta è fondata sui seguenti principi:

a) La Sovranità monetaria spetta allo Stato e la proprietà della moneta al Popolo.

b) Lo Stato deve trattenere all’origine, all’atto dell’emissione, quanto necessario per esigenze fiscali e di pubblica utilità.

c) Ad ogni cittadino va attribuito il reddito monetario di cittadinanza a norma del 2° comma dell’art. 42 della Costituzione che sancisce l’accesso alla proprietà per tutti.

d) Per risarcire gli ingenti danni causati dal regime usurocratico ed evitarne altri, occorre costituire, con urgenza, il Ministero per il risarcimento danni da usura (analogo al Ministero per il risarcimento danni di guerra) ed il Tribunale dell’usura (analogo al Tribunale del Lavoro).

La moneta va concepita come strumento di diritto sociale, in una democrazia integrale in cui il Popolo non ha solo la sovranità politica, ma anche quella monetaria.