Tutti ormai sanno che le banche creano denaro anziché intermediarlo. Molti si cominciano a chiedere: perché non lo "fatturano”? 

Già, dovrebbero fatturarlo ai clienti e pagarci le tasse. Ma tutto questo non avviene per lo stesso motivo per cui le banche non sono sottoposte agli studi di settore. Bisognerebbe chiederne il motivo al Ministro delle finanze.

Probabilmente la risposta sarebbe che quando il cliente restituisce il prestito alla banca il denaro viene nullificato, ma questo non crediamo risulti dai libri contabili.

Infatti, per esempio:

1) Quando si effettua un bonifico la commissione non viene fatturata

2) Le spese e gli interessi a debito sul conto corrente non vengono fatturati.

3) Gli interessi su prestiti, cessione del quinto e mutui non vengono fatturati.

La nostra Associazione che tutela gli interessi dei clienti bancari, ha, a tale scopo, organizzato un convegno che si terrà il 22/09/18, ma auspica che questo Governo del cambiamento intervenga sulla questione, in quanto ritiene che anche le banche debbano emettere scontrino fiscale come fanno tutti i settori commerciali.

Riscontriamo inoltre: anche le assicurazioni, le società finanziarie, le autostrade e la tangenziale di Napoli e le ricariche telefoniche non emettono scontrino fiscale a prescindere dalla richiesta

Soggetto richiedente: Federcons “Federazione Consumatori” Forma giuridica: Federazione Consumatori a tutela dei clienti bancari, assicurativi, antiusura Salita Arenella, 25 80129 Napoli Tel.: 081 558 16 33 - 333 29 96 817 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.federcons.it Cod. fisc.: 95072950637

 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail
 
What do you want to do ?
New mail